IVA agevolata al 10%

jewndj

Per usufruire dell’IVA agevolata per la detrazione 55, non occorrono degli obblighi burocratici o degli adempimenti particolari, non va inviata nemmeno alcuna comunicazione ad enti istituzionali preposti e non è reso obbligatorio il pagamento tramite bonifico.

Gli interventi previsti per usufruire dell’IVA agevolata per la detrazione 55 riguardano lavori di restauro edilizio, risanamento conservativo e ristrutturazione degli edifici; l’aliquota pari al 10% dell’IVA per la detrazione 55 si applica per la prestazione di servizi da parte di aziende appaltatrici dei lavori che realizzeranno opere di restauro, risanamento e ristrutturazione.

L’IVA agevolata per la detrazione 55 riguarderà anche l’acquisto di beni materiali che saranno necessari per realizzare tali opere e si escludono da quest’agevolazione l’acquisto di materie prime e dei semilavorati; un capitolo a parte va dedicato ai così detti “beni finiti” che sarebbero quei beni che, facenti parte della costruzione di un edificio, mantengono la loro individualità.

Si pensi ad esempio a quei beni che, dopo un certo periodo di usura, non possono più essere riutilizzati e che quindi andranno sostituiti e non più usufruibili, come ad esempio un pavimento fatto di parquet; questi beni non faranno parte dell’agevolazione fiscale e non potranno godere dell’IVA agevolata per la detrazione 55.

Se invece si prendono in considerazione i beni come le caldaie, le porte, le finestre, i sanitari, ecc. questi sono appunto “beni finiti” riutilizzabili  che potranno godere dell’IVA per la detrazione 55; l’agevolazione fiscale verrà applicata sia se l’acquisto di tali beni verrà fatto dal committente e sia se, ad acquistare i materiali, sarà la ditta o il prestatore d’opera che compie tali lavori.

Detrazioni 65 articoli consigliati

Requisiti per certificazione energetica, elenco dei soggetti... Requisiti per certificazione energetica, pubblicato l'elenco dei soggetti abilitati. Il DPR n. 75 è entrato in vigore Il 12 luglio 2013. Il decreto fa luce su quali siano gli effettivi requisiti professionali richiesti e i criteri di accreditamento ...
Stabilizzazione ecobonus dal 2014: novità detrazioni fiscal... Stabilizzazione ecobonus dal 2014. Novità sul fronte delle detrazioni fiscali. Appena qualche giorno fa è stato approvato il decreto degli ecobonus da parte della Camera, misura che aggiunge significativi emendamenti rispetto al testo originariamen...
Ristrutturazione edilizie: nel 2015 spunta la detrazione 40 Ristrutturazioni edilizie detrazioni: il Governo cambia i numeri Il settore immobiliare è il termometro dell'economia di un paese. E' dunque legittimo basare le speranze di crescita sul classico "mattone", non solo facendo leva sulle compravendite ...
Ristrutturazione casa 50 – 65%, detrazione fiscale su ... Ristrutturazione casa 50 - 65%, detrazione fiscale su cucina e mobili. Insieme ai bonus arrivano le tasse. L’utilizzo dei bonus fiscali al 50-65% fruibili per gli interventi di ristrutturazione della casa, per l’acquisto dell’arredamento e degl...
Detrazione 50%: i documenti richiesti dall’Agenzia del... Dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, Il Dl 22 giugno 2012 n. 83, meglio conosciuto come “Decreto crescita”, ha aumentato la percentuale del 36% di detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio per le ristrutturazioni fino ad ...

Lascia un commento