Detrazione 50% fino al 2013

detrazione_50

Fino al 30 giugno 2013 potrete usufruire della detrazione fiscale  al 50% per le ristrutturazioni e per opere riguardanti il risparmio energetico del 55%.

Il 22  giugno 2012 è  entrato in vigore il Dl 22 giugno 2012 n.83 grazie al quale si potrà beneficiare di una più ampia incentivazione per quanto riguarda le ristrutturazioni degli edifici e le opere riguardanti il risparmi energetico.

Le detrazioni Irpef per le ristrutturazioni edilizie sono allo stato attuale del 50%, mentre  l’importo massimo detraibile per ogni unità abitativa arriva ora a 96.000 euro, fino al 30 giugno 2013, dopodiché si tornerà alla detrazione del  36%,.

Per quanto concerne invece il risparmio energetico la  detrazione attuale è  del 55% fino al 30 giugno 2013 , dopo, si riduce al 36%.

Per l’efficienza ed il risparmio energetico e gli interventi volti a questo scopo, soprattutto per quel che concerne impianti con fonti rinnovabili si prevede una proroga  di sei mesi della detrazione Irpef del 55%, fino al 30 giugno 2013.

E’ necessario però inviare in forma telematica entro 90 giorni dalla fine dei lavori, all’Enea, la  scheda informativa degli interventi realizzati e la  qualificazione energetica.

L’importo nella dichiarazione dei redditi deve essere indicato dall’anno seguente ed è detraibile in 10 rate per tutti i contribuenti.

I beneficiari del primo incentivo sono persone fisiche che possiedono un immobile, acquistato entro il 31 dicembre 2012.

Ricordiamo che sui  lavori e sui materiali  l’aliquota Iva è agevolata al 10%.

Per usufruire di tali benefici è necessario che nel Modello Unico e nel 730 siano indicati i dati catastali identificativi dell’immobile.

Ovviamente è anche necessario possedere gli altri documenti validi per l’attività edilizia, come la concessione edilizia DIA/SCIA ed altri documenti fondamentali come la dichiarazione dei redditi che deve dichiarare l’importo dall’anno seguente e va suddivisa in dieci anni, per chi ha un’età inferiore ai 75 anni, per chi supera la spoglia dei 75 anni 5 anni, e per chi ha ha più di 80 anni 3 anni.

Se volete trarre beneficio  della detrazione Irpef al 50%, le vostre spese di ristrutturazione dovranno  essere pagate all’impresa edilizia con bonifico bancario tracciabile in cui è necessario indicare:  il numero della partita IVA o il codice fiscale del beneficiario; il codice fiscale del destinatario della detrazione;  la causale del versamento.

Detrazioni 65 articoli consigliati

Risparmio sui costi di gestione della telefonia con le detra... La questione annosa che riguarda da sempre il campo della telefonia è quella delle spese relative ai costi di gestione e alle bollette che molto spesso sono molto gravose e insostenibili in alcuni casi; soprattutto per quanto riguarda i liberi profe...
Detrazioni Renzi: quali le novità per il 2015? Detrazioni 80 euro, hanno fatto scuola. Quali novità ci attendono? Renzi con la mossa "detrazioni 80 euro" si è garantito un consenso popolare importante. Nonostante da molti sia stata criticato come demagogico o inutile, questo intervento è piac...
Detrazioni fiscali 65 fotovoltaico Detrazioni fiscali 65 fotovoltaico: la detrazione al 50% La legge di Stabilità ha confermato per il 2015 le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici già esistenti, nella misura del 65%, e quelle per le ope...
Detrazione 55: costo medio degli interventi Detrazione 55, qual è il costo medio degli interventi? Le detrazioni 55 per cento per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, secondo il rapporto 2011 elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico, hanno riguardato un va...
Detrazione 50: interventi di restauro e risanamento Oggi prendiamo in esame gli interventi di ristrutturazione edilizia che possono godere della Detrazione 50% (ex. 36%). Partiamo dagli interventi di restauro e risanamento conservativo. Scopriamone insieme le caratteristiche. Possono usufruire dell...

Lascia un commento