Come e quando effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate

download

 

L’Agenzia delle Entrate nella detrazione 36 è parte fondamentale per la richiesta dell’agevolazione fiscale, l’ente di riferimento deve recepire documentazioni e certificati che il contribuente dovrà attentamente compilare ed esibire nei modi e nei tempi stabiliti dalla legge; la documentazione necessaria da consegnare all’Agenzia delle Entrate per la detrazione 36 è necessaria e deve comprendere innanzitutto una comunicazione da inviare all’ASL locale tramite A.R. prima dell’inizio dei lavori, tranne nei casi in cui in un cantiere, le norme previste sulle condizioni di sicurezza non prevedono l’obbligo di tale notifica.

Pagare le spese sostenute, che verranno poi detratte grazie all’agevolazione fiscale, tramite bonifico bancario o postale in cui siano indicati causale del versamento, codice fiscale del contribuente che ha sostenuto le spese e i dati fiscali, codice fiscale o numero di partita IVA, di chi ha beneficiato del pagamento.

L’Agenzia delle Entrate per la detrazione 36 stabilisce anche che, nella dichiarazione dei redditi, vengano indicati i dati catastali identificativi dell’immobile, l’obbligo di comunicare l’inizio dei lavori è stato inoltre soppresso con il D.L. n°70 del 13 Maggio 2011.

Occorre conservare ed esibire, secondo quanto stabilisce l’Agenzia delle Entrate per la detrazione 36, i seguenti documenti che saranno necessari e indispensabili a richiesta solo di alcuni uffici e cioè la domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti, le ricevute di pagamento dell’ICI, le fatture e le ricevute fiscali relative alle spese sostenute, le ricevute dei bonifici effettuati e una delibera che stabilisca l’approvazione, in sede di assemblea, di inizio dei lavori con la tabella millesimale di ripartizione delle spese.

Potrebbero interessarti questi articoli:

  • Detrazione 36 e 50: annotazione in fatturaDetrazione 36 e 50: annotazione in fatturaDetrazione 36 e 50: annotazione in fattura. Per quanto attiene le modalità operative di pagamento delle spese per cui è prevista la detrazione Irpef 50 percento, l’Agenzia delle Entrate, grazie alla circolare 20/E/2011, estende la fruibilità del beneficio anche al contribuente che non è riportato né nella fattura, né nelle quietanze dei relativi bonifici. È tuttavia indispensabile […]
  • Procedure per detrazione 55, 50 e 36%Procedure per detrazione 55, 50 e 36%Quali sono le procedure da seguire per la detrazione 55, 50 e 36%? Vediamo insieme quali sono gli ultimi chiarimenti definiti dalle Entrate per queste detrazioni. Come prima condizione è previsto il pagamento con bonifico. Le spese infatti devono essere saldate con un bonifico tracciabile da cui risulti: causale del versamento codice fiscale del beneficiario della […]
  • Detrazione 36 e detrazione 50 per il fotovoltaicoDetrazione 36 e detrazione 50 per il fotovoltaicoDetrazione 36 e detrazione 50 per il fotovoltaico. Se volete coniugare il risparmio e l’attenzione verso l’ambiente, il ricorso alle energie alternative è un passaggio pressoché obbligato. E perché allora non scegliere proprio i pannelli fotovoltaici, visto che il fisco offre un importante aiuto? In base a quanto recentemente affermato dall’Agenzia delle Entrate, le spese di […]
  • Detrazione irpef 36 50%: ripartizione del bonus su quota millesimaleDetrazione irpef 36 50%: ripartizione del bonus su quota millesimaleDetrazione irpef 36 50%: ripartizione del bonus sulla base della quota millesimale. Se consideriamo degli interventi compiuti sulle parti comuni condominiali di una struttura, possiamo adottare la risoluzione n. 124/E del 4 giugno 2007 che definisce il limite massimo di spesa su cui commisurare la detrazione del 36%-50%. Questo deve essere riferito a ogni abitazione che fa parte del […]

Lascia un commento